Come cucinare le lenticchie secche e in scatola con e senza ammollo

Come cucinare le lenticchie secche e in scatola con e senza ammollo

0 3071

Alla domanda “Come cucinare le lenticchie?” secche e in scatola, c’è chi risponde affermando che il metodo di cottura è ‘con’ e chi ‘senza’ ammollo.

Anche gli esperti si schierano per l’uno o per l’altro metodo: chi sostiene che il metodo ideale è metterle in ammollo e chi, invece, consiglia di non metterle in acqua prima di cuocerle.

Prima di descrivervi come preparare le lenticchie alla cottura, forse qualcuno si starà chiedendo “lenticchie secche e in scatola: che differenza c’è?”.

Ricordiamo, per chi ancora non lo sapesse, che le lenticchie in scatola (o in barattolo) sono già cotte e pronte per essere preparate secondo la ricetta preferita e non necessitano di stare in ammollo.

Per rendere digeribili quelle secche e per accelerare i tempi di cottura, devono essere tenute in ammollo.

 

Le principali tipologie di lenticchie

I vari tipi di lenticchie, differenti per forma, sapore e colore, sono adatti ognuno a determinate pietanze.

Le principali tipologie di lenticchie sono:

  • lenticchie verdi, marroni e francesi: sono le più comuni, specie le marroni, indicate per preparazioni complesse o per essere servite in umido
  • lenticchie rosse o egiziane, vendute senza buccia, ideali per zuppe e salse
  • lenticchie arancioni e gialle, particolarmente delicate in fase di cottura, adatte per la preparazione di stufati, salse e zuppe.

E’ essenziale scegliere il giusto tipo di lenticchie, quello più adatto al tipo di preparazione e ricetta che avete in mente.

Come cucinare le lenticchie secche

Se avete scelto di acquistare le lenticchie secche, non vi sarà difficile riuscire a cucinarle.

Ecco come cucinare le lenticchie secche, passo per passo:

  • mettete in ammollo le lenticchie in una ciotola piena d’acqua
  • lasciatele in ammollo per un paio d’ore: l’ideale sarebbe lasciarle a bagno la notte prima della preparazione
  • dopo almeno due ore, potreste vedere galleggiare sassolini, foglie, insomma ‘intrusi’ della raccolta, ed alcune lenticchie senza buccia: eliminate tutto, specie le lenticchie sbucciate che rischierebbero di creare l’effetto purea in fase di cottura
  • una volta pulito tutto, sciacquate con cura le lenticchie sotto l’acqua corrente
  • riponete le lenticchie nella pentola ricolma d’acqua e mettetela sul fuoco senza sale
  • quanto l’acqua bolle, lasciate cuocere le lenticchie per 20-30 minuti: se avete evitato di metterle in ammollo, calcolate il doppio dei tempi per la cottura, quindi 40-60 minuti
  • aggiungete il sale appena 5 minuti prima dello scadere della cottura, questo per evitare che le lenticchie si induriscano.

Ecco fatto. Ora sapete come cucinare le lenticchie secche, con e senza ammollo, e potrete servirle in tavola in umido, condite come piace a voi, oppure prepararle secondo la ricetta che avete in mente.

Se non avete intenzione di consumarle tutte, vi diciamo anche come conservare le lenticchie avanzate. Quelle da conservare, dopo essere state scolate, vanno sottoposte ad un getto d’acqua fredda per bloccarne la cottura: chiudetele in un contenitore ermetico e riponetele in frigo. In questo modo, si conserveranno per 4-5 giorni.

Come cucinare le lenticchie per ottenere un sapore unico

Vi abbiamo descritto il metodo per cuocere le lenticchie da consumare in umido o da preparare in base ad una delle vostre ricette.

Abbiamo qualche consiglio da darvi su come cucinare le lenticchie al meglio, ottenendo un sapore unico ed una cottura perfetta.

come cucinare le lenticchie

Ecco come:

  • bagnate le lenticchie con il brodo 7 a filo e lasciatele in cotturaper almeno 45/60 minuti (in base alla grandezza delle lenticchie) a pentola coperta 8
  • appena inizieranno a colorirsi, aggiungete la polpa di pomodoro: aggiustate a piacere con sale e pepe lasciandole in cotturaper circa 20 minuti
  • Tenetele d’occhio durante la cottura
  • Non giratele mentre cuociono
  • Utilizzate brodo a basso contenuto (o privo) di sodio per dare più sapore alle lenticchie, considerando che l’acqua è un liquido insipido
  • Se necessario, aggiungete acqua durante la preparazione
  • Le lenticchie tendono ad assorbire i liquidi di cottura anche lontano dal fuoco: se non le consumate subito, vi consigliamo di conservare un po’ di brodo da aggiungere alla preparazione per ammorbidirla
  • Le lenticchie più mature potrebbero richiedere un tempo di cottura maggiore e perdere la buccia in fase di preparazione a fuoco lento.

NOTE TUE RICETTE

La zuppa di lenticchie al profumo di cumino e limone Zuppa di lenticchie rosse e verza Zuppetta di lenticchie rosse e mazzancolle alla paprica Le 10 migliori ricette con le lenticchie Le migliori ricette con lenticchie rosse Lenticchie rosse con pescatrice Hamburger di lenticchie in salsa gialla Lenticchie come classico contorno invernale La torta salata di lenticchie e funghi porcini Le sfogliatine di

Nessun Commento

Leave a Reply