Come organizzare una vacanza tranquilla in camper

Come organizzare una vacanza tranquilla in camper

0 38136

Viaggiare in camper sta diventando una moda molto diffusa tra gli italiani, soprattutto per i vantaggi economici sempre più evidenti. Il camper di fatto è una vera e propria casa a 4 ruote, con tanto di bagno, cucina e camera da letto.

Ciò significa che non è necessario spendere soldi extra per alberghi, hotel e ristoranti poiché tutto ciò di cui si ha bisogno è nel camper. Naturalmente subentrano altre spese, come le soste nelle zone attrezzate o nelle aree camping, che sono a pagamento e talvolta i prezzi sono anche molto salati. Con le giuste precauzioni è però possibile sostare nelle zone libere senza pagare un euro, ma bisogna adottare le giuste contromisure per viaggiare in totale sicurezza in camper.

Come organizzare una vacanza tranquilla in camper? Innanzitutto esistono degli appositi siti dedicati ai “camperisti” dove consultare i luoghi per le aree di sosta, scaricare i serbatoi, rifornirsi di acqua, ecc. Non sempre la connessione Internet è disponibile, quindi è preferibile avere anche una guida cartacea delle aree attrezzate e dei camper in Italia ed in Europa.

Passando al tema sicurezza non bisogna mai sostare negli autogrill e nelle piazzole di sosta delle autostrade, luoghi piuttosto isolati dove i ladri ed i malintenzionati potrebbero agire indisturbati. Meglio scegliere luoghi centrali, abitati ed illuminati per la sosta notturna.

Eventuali oggetti di valore, come smartphone, tablet e notebook dovrebbero essere nascosti alla vista, quindi è preferibile posizionarli in un luogo non visibile e chiudere le tendine del camper. Per la notte è consigliabile dotarsi di un apposito antifurto, e come ulteriore sistema di sicurezza chiudere gli sportelli della cabina guida con una corda ed un moschettone oppure una catena ed un lucchetto. Per dormire sonni tranquilli è opportuno anche installare una serratura di sicurezza nella parte interiore della porta della cellula e mettere delle griglie metalliche alla finestra. Poiché la sicurezza non è mai abbastanza, è consigliabile dormire con lo smartphone ed uno spray al peperoncino sul comodino.

Secondo una sorta di leggenda metropolitana alcuni ladri spruzzano dell’etere nel camper, per far dormire i viaggiatori e poter agire indisturbati. Vera o falsa che sia, per togliersi ogni dubbio è possibile dotarsi di un dispositivo capace di rilevare tracce di etere nell’aria e far scattare l’allarme. Tale dispositivo, con l’aggiunta di appositi strumenti, può segnalare anche eventuali fughe di gas o di monossido di carbonio. Un ultimo consiglio da tenere a mente è di non precludersi eventuali vie di fuga per qualsiasi evenienza, quindi è opportuno parcheggiare in modo da poter evacuare la zona nel più breve tempo possibile.

Nessun Commento

Leave a Reply