Come risparmiare sui costi del carburante

Come risparmiare sui costi del carburante

0 2398

Sono tanti gli accorgimenti che si possono mettere in pratica per risparmiare sui costi del carburante: ovviamente, il modo più semplice per avere la certezza di risparmiare consiste nello scegliere il motore più adeguato, con un’alimentazione che favorisca consumi ridotti. Il metano e il gpl sono molto meno dispendiosi, da questo punto di vista, rispetto alla benzina.

Molto importante, poi, è guidare un’auto che sia in grado di garantire prestazioni ottimali e sia mantenuta alla perfezione: un filtro dell’aria ridotto in condizioni non buone fa consumare più carburante rispetto alla norma, e lo stesso accade nel caso in cui si abbia a che fare con gomme sgonfie o comunque con pneumatici la cui pressione è diversa da quella consigliata.

Anche il modo di guidare influenza i costi del carburante, e la velocità è nemica del risparmio: procedere a non più di novanta all’ora fa felice il portafogli. Basti pensare che la differenza tra una marcia a cento all’ora e una marcia a novanta all’ora determina un risparmio del 10% (a favore della marcia a novanta all’ora) per capire il motivo per cui è preferibile non premere troppo il pedale dell’acceleratore.

Sarebbe opportuno, inoltre, evitare una guida pericolosa e spericolata, visto che sgommate, frenate e derapate, oltre a consumare le gomme, i freni e la frizione più del necessario, incidono anche sulle spese per il carburante.

Particolare attenzione, poi, deve essere prestata alla marcia con la quale si guida: tutte le volte che il contagiri tocca i 2mila giri bisogna salire di marcia. Per quanto possibile, sarebbe meglio evitare il traffico: i continui stop and go determinati dallo stare in coda al semaforo, in autostrada o in qualunque altro contesto rappresentano il modo più semplice per far fuori grandi quantità di carburante.

In più, tutti i movimenti del volante che non servono devono essere evitati: infatti, tutte le volte che le ruote si spostano e si muovono si verifica un dispendio energetico che si traduce in un dispendio di carburante.

Un altro suggerimento è quello di non caricare la propria vettura in modo eccessivo: se un portapacchi carico fa consumare il carburante il 5% in più, la semplice presenza delle assi del portapacchi, anche se questo non è carico, presuppone un consumo inutile dell’1% in più. Il segreto, quindi, è di eliminare tutti i pesi di cui non si ha bisogno. Infine, no al condizionatore d’aria, che deve essere messo in funzione il meno possibile.

Nessun Commento

Leave a Reply