Come scegliere e pulire i serramenti in pvc

Come scegliere e pulire i serramenti in pvc

0 2466

I privati hanno sempre più chiara l’importanza dei serramenti in un’abitazione. Da essi dipendono infatti il comfort abitativo di una casa, l’isolamento termico ed acustico, la sicurezza ed ovviamente anche l’estetica. Le detrazioni fiscali del 65% richiedibili in caso di sostituzione dei vostri vecchi serramenti ha fatto si che molte famiglie italiane si convincessero a sostituire delle finestre ormai vetuste e malandate.

Insieme all’azienda Gioma Srl che si occupa di serramenti in pvc a Udine, vedremo a quali elementi prestare attenzione quando si sceglie i propri nuovi serramenti.

Dopo essere partiti conteggiando il numero e le misure dei serramenti di cui avete bisogno potete cominciare a considerare le finiture a livello estetico.

Il vantaggio del pvc è che può ricreare qualsiasi essenza legnose. Questo permette a questi serramenti di adattarsi praticamente ad ogni tipo di ambiente e stile di arredamento. Se non vi piace la finitura legno potete sempre optare per una tonalità tinta unita. Sempre per quanto riguarda il punto di vista estetico per quanto riguarda le maniglie e la ferramenta potrete optare per la classica finitura ottone o la più moderna finitura alluminio.

Un elemento che invece prende in considerazione sia stile che funzionalità è la modalità di apertura. I tipi di apertura sono svariati e tutti funzionali alle vostre esigenze.

Si fa dalla classica anta a battente oppure a quella a ribalta oppure ad una combinazione di queste due modalità. Per chi invece deve fare i conti con poco spazio la soluzione più funzionale è quella dell’anta a scorrimento. Solitamente le soluzioni a scorrimento sono quelle che offrono la maggior superficie vetrata possibile.

Una volta installati i serramenti in pvc richiedono un livello di manutenzione minima per mantenerli in perfetta funzionalità. La pulizia di questo tipo di infissi in particolare risulta particolarmente facile. Per pulirli potete procedere almeno in tre modi.

Potete detergerli con una soluzione di acqua e detersivo per piatti per poi asciugarli con un panno asciutto. Potete ancora pulirli con un elettrodomestico a vapore per poi asciugarli sempre con un panno asciutto, avendo sempre cura di tenere sempre il getto di vapore a non meno di 30 cm dalla superficie del serramento. Potete infine pulire il serramento con gli appositi kit di pulizia che le stesse aziende produttrici mettono a disposizione da alcune delle più prestigiose aziende di produzione di infissi italiane ed europee.

Nessun Commento

Leave a Reply