Come fare un succhiotto

Come fare un succhiotto

0 1583

Scientificamente un succhiotto non è altro che un livido dato dal raggruppamento di sangue in quel particolare punto in cui è avvenuto l’atto del “succhiare”.

Cos’è un succhiotto? sesso

Cosa avviene nello specifico: in pratica c’è una depressione che porta alla rottura dei capillari e quindi si crea un’ ecchimosi.
La conseguenza visibile è un segno rosso sul collo o sulle altre parti del corpo; solitamente non porta dolore alla parte interessate ma resta solo un arrossamento che va man mano diminuendo nel tempo.

Come fare un succhiotto?

La parte più divertente che riguarda questo argomento riguarda l’arte del succhiotto: come si fa? Dare istruzioni per un atto estremamente passionale sarebbe banale, per cui vi racconterò un breve aneddoto molto divertente!

Ero adolescente, ed ero con il mio ragazzo sul letto. Gli anni dell’adolescenza sono i migliori, tutto sembra semplice e spensierato in particolare le prime storie d’amore o di passione.
Il mio ragazzo ed io non eravamo dei grandi esperti, ma ci piaceva molto sperimentare così non ci limitavamo mai solo ai baci; volevamo conoscere ogni parte nascosta del corpo dell’altro.
Ad un certo punto lui si avventò con amore sul mio collo e notai però che ci restò per un po’ di tempo. Avevo avvertito una leggera pressione sul lato sensibile del collo, e avevo sentito la sua lingua in costante movimento di risucchio sulla mia pelle. Al momento, vi dirò, non ho dato peso all’evento poiché lo trovai davvero molto eccitante, peccato che non avevo messo in conto le conseguenze, e credo nemmeno lui.

Quel pomeriggio come di consueto lui tornò a casa, ma io invece di ordinario non avevo proprio nulla quella sera: una cena con tutti i componenti della mia famiglia mi attendeva.
Era il compleanno della mia dolce cuginetta; ignara delle conseguenze di quella eccitante nuova esperienza mi prestai a prepararmi per il grande evento in famiglia. Uscita dalla doccia notai un livido rosso sul collo, mi spaventai a morte e credetti di aver contratto chissà quale malattia.
In effetti una mia compagna di classe, giorni prima, si era ammalata improvvisamente. Al telefono mi aveva detto di avere delle macchie rosse ovunque,e che non conoscendo la causa non poteva tornare a scuola.
Vi lascio immaginare la mia paura, pensavo di aver contratto chissà che virus.
Corsi da mia mamma, mezza spogliata e piangente, e le feci notare la macchia rossa sul collo. La sua reazione, sapendo dei miei pomeriggi con il mio ragazzo, fu quella di scoppiare a ridere in faccia.
Il mio imbarazzo fu enorme, alternato anche a grande stupore così che le chiesi cosa la facesse divertire così tanto.
Lei mi fece notare che il mio era un bel succhiotto, e che la prossima volta dovevo chiedere al mio ragazzo di andarci piano.
Passai la serata con una sciarpa intorno al collo, e mia madre che rideva ogni volta che mi guardava.

Perché le donne lo fanno?

Situazione classica tra i giovani e non solo: si sta facendo l’amore e presi dal momento di forte e coinvolgente passione sfrenata, si decide di praticare l’arte del succhiotto. La maggior parte delle persone nemmeno se ne accorgono a volte, difficilmente in quei momenti capisci la differenza tra un bacio appassionato sul collo e un succhiotto.
Secondo la scienza che studia la sessualità delle persone, il succhiotto viene fatto al compagno o alla compagna in quanto in noi risiede un antropologica voglia di lasciare il segno sul corpo del nostro partener, il messaggio che vogliamo passare è: “Tu sei mio, e tutti lo devono sapere!”

Da sempre gli esseri umani cercano di rivendicare il senso di possesso sia sugli oggetti che sulle persone, figuriamoci su di un eventuale compagno che si ama alla follia.

Si può morire per un succhiotto?

Abbiamo spiegato che il succhiotto non è altro che un banale livido, che di fastidioso ha solo il rossore; purtroppo però esistono casi, come quello del ragazzo messicano Julio Gonzalez Macias, diciassette anni, originario di Città del Messico, che durante la cena di famiglia fu travolto dalle convulsioni e dopo poco morì.
La sua ragazza gli aveva lasciato il segno sul collo poche ore prima, e sarebbe stato proprio il succhiotto a creare un coagulo di sangue che ha viaggiato verso il cervello del giovane.
La risposta alla domanda è quindi, sì, si può morire per un succhiotto ma non per un banale succhiotto e non se è fatto in altre parti del collo che non siano il collo.

In sostanza se vi piace fare e ricevere succhiotti, evitate di farli in prossimità dell’arteria cerebrale. Se non sapete dove si trova, evitate semplicemente di praticare succhiotti con molta forza sul collo, non è necessario il vostro uomo vi farà lo stesso fedele anche senza marchio di fabbrica.

Il succhiotto è davvero brutto: perché?

Gli effetti di un succhiotto sono davvero brutti e antiestetici. Immaginate di avere una cena importante, o una riunione di lavoro, o ancora semplicemente che il giorno dopo c’è scuola: un segno rosso sul collo, visibile, che testimoni a tutti le vostre abitudini sessuali, non è certo bello a vedersi.

Scopriamo a questo proposito come eliminare un succhiotto, seguite i nostri consigli:

  1. Fate degli impacchi 3 volte al giorno con del ghiaccio sull’area interessata, ridurrete il gonfiore e magari se lo avete, anche il dolore.
  2. Ponete sul livido una crema per accelerare la scomparsa del livido
  3. Applicate regolarmente dell’Aloe vera sulla parte interessata.

Se proprio avete impegni urgenti, un bel foulard alla moda che copre la parte rossa ed è fatta!

Nessun Commento

Leave a Reply